STUDI E PUBBLICAZIONI

Università degli Studi di Bologna

21/10/2008 n.53 - Apertura dell'economico alla relazionalità

a cura di Melania Verde, Università di Napoli Parthenope

INTRODUZIONE
Come è ampiamente noto l’economia nasce come scienza della “pubblica felicità”. In particolare, gli italiani Antonio Genovesi e Pietro Verri sono stati i primi a considerare le relazioni personali un bene in sé e ad indicare nella partecipazione alla vita civile la fonte della pubblica felicità. Poi l’eclissi. Il pensiero neoclassico ha oscurato la felicità: l’economia diventa la scienza che studia il mercato come luogo in cui individui razionali si scambiano beni e servizi per soddisfare preferenze esclusivamente soggettive. Le relazioni personali diventano puramente strumentali: servono a procurarsi cioè altri beni e servizi, non sono un bene in sé. Le scelte economiche sono guidate esclusivamente dall’auto-interesse. Il paradigma interpretativo dell’homo oeconomicus porta i diversi soggetti ad adottare comportamenti ottimizzanti.

A.I.C.CO.N. - P.le della Vittoria, 15 - 47121 Forlì, Italy
Tel.+39 0543 62327 Fax +39 0543 374676 ecofo.aiccon@unibo.it