MASP “Master Parenting in Work and Life”

Progetto finanziato dalla Commissione Europea all’interno del Programma EaSI che mira a cambiare la prospettiva della divisione tra lavoro e vita personale, passando da un concetto di equilibrio a uno di sinergia, a stimolare una divisione più equa delle responsabilità familiari tra uomo e donna e a incentivare una maggiore partecipazione femminile nel mercato del lavoro.
All’interno del progetto AICCON è leader del WP dedicato alla valutazione di impatto parteciperà inoltre alle attività di ricerca e benchmark iniziali, nonché alle attività di comunicazione e disseminazione.
Per la valutazione dell’impatto del progetto sulle politiche pubbliche è stato attivato un contratto con la Fondazione di Ricerca Istituto Carlo Cattaneo.

Il progetto presentato sul sito del Comune di Milano: https://economiaelavoro.comune.milano.it/progetti/masp-master-parenting-work-and-life

Project leader
Sara Rago
Serena Miccolis

 

Una pubblicazione realizzata con lo scopo di raccontare il lavoro sulla conciliazione attraverso le voci di ogni partner coinvolto: a partire dalla prima fase di ricerca sul contesto e sulle best practice di conciliazione vita-lavoro italiane e internazionali, concentrandoci sui programmi di formazione previsti, quello rivolto alle imprese e a suoi dipendenti e quello dedicato alle donne volto a migliorare la loro occupabilità, fino a terminare con le fasi di disseminazione e di valutazione d’impatto.

Per saperne di più:

Facebook: https://www.facebook.com/MASPMasterParentingInWorkandLife/
Twitter: https://twitter.com/MASPParentingEU


Le ultime news sul progetto:

Pubblicato il Report di Impatto Sociale del progetto MASP | 26 aprile 2021

PMI e il futuro delle politiche di conciliazione vita – lavoro. Best Practices e opportunità, il progetto MASP | 15 settembre 2020

Life-Based Value: Lancio del programma “Lifeed per neo-genitori” | 28 luglio 2020

Pubblicazione del Report “Innovazione sociale e buone pratiche di conciliazione vita-lavoro” | 21 febbraio 2020

La presente pubblicazione ha ricevuto un sostegno finanziario dal programma dell’Unione europea per l’occupazione e l’innovazione sociale “Easi” (2014-2020).
Le informazioni, la documentazione e i dati contenuti in questo documento sono di esclusiva responsabilità dell’autore e non riflettono necessariamente il parere della Commissione europea. La Commissione europea non è responsabile per l’uso che può essere fatto delle informazioni qui contenute.